S.N.A.L.S. è la sigla del Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola, aderente alla Conf.s.a.l  (Confederazione dei sindacati autonomi lavoratori) che raccoglie Federazioni dei vari settori lavorativi (Scuola, Sanità, Ministeri, Ferrovie, Enti Locali, Commercio e Industria ecc.) e fa parte della C.E.S.I. ,(Confederazione Europea dei Sindacati Indipendenti).La sede nazionale e’ a Roma in Via Leopoldo Serra,5.


PRINCIPI E FINALITA’ DELLO S.N.A.L.S.

(Estratto degli articoli 1 e 2 dello Statuto )


Lo S.N.A.L.S. è unitario perché muove dalla consapevolezza della unità sostanziale dei problemi della scuola e di quelli del lavoro, nella dimensione economica e sociale e, in particolare, nel pubblico impiego.

Lo S.N.A.L.S. indipendente dal Governo, dai partiti politici e dalle associazioni di qualunque tipo, pone l’autonomia come garanzia precisa di libertà e di pluralità democratica.Lo S.N.A.L.S. si ispira ai principi costituzionali, si impegna a difendere ed a sostenere le libere istituzioni ed il sistema pluralistico; rifiuta il concetto e la politica del sindacalismo di classe o di massa, che sia unico, esclusivo ed esternamente diretto; si pone come associazione di base, la cui linea programmatica si definisce nel serio ed aperto confronto delle posizioni e si realizza attraverso la libera elezione delle cariche.

Lo S.N.A.L.S. che non persegue fini di lucro, ha per obiettivo di tutelare e sviluppare organicamente, attraverso la contrattazione, la pressione sui pubblici poteri e l’esercizio dello sciopero, le condizioni morali, professionali, giuridiche ed economiche del lavoro scolastico.


SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO LAVORATORI SCUOLA

Lo S.N.A.L.S. nasce come sindacato “anti ideologico”, distinto e distante dai partiti e dal collaterale apparato amministrativo e burocratico.  La nascita dello SNALS rappresenta un elemento di discontinuità nella storia del sindacalismo in Italia, perché per la prima volta si afferma, e non a caso in un comparto così atipico qual è quello della scuola, che la difesa del personale va indirizzata non solo sul piano retributivo, ma anche su quello della valorizzazione della funzione che esplica. Con questa scelta si intendeva svincolare la tutela sindacale del personale della scuola dai condizionamenti ideologici tesi a considerare l’insegnamento quale “prestazione d’opera”, con l’inevitabile effetto di produrre l’appiattimento delle retribuzioni e la diminuzione del prestigio sociale. Con queste motivazioni il 26 e il 27 febbraio del 1976 otto sindacati autonomi categoriali della scuola si sciolsero e, con un Congresso costituente, diedero vita allo SNALS.

Lo S.N.A.L.S. cura la pubblicazione di un proprio quotidiano, Scuola-SNALSche svolge un duplice ruolo: quello informativo dell’attività sindacale a livello nazionale e locale e di documentazione e commento degli atti legislativi e normativi che riguardano la scuola e il suo personale.


SERVIZI

La presenza capillare nel territorio della nostra organizzazione garantisce agli iscritti una pluralità di servizi .Ciascuna Segreteria Provinciale e Regionale cura un servizio di assistenza e consulenza su tutte le materie che afferiscono al rapporto di lavoro del personale e al funzionamento delle istituzioni scolastiche.

Sono attivi altri servizi, oltre quelli relativi all’assistenza ed alla consulenza,per rendere il rapporto con il sindacato continuo e vantaggioso.Tra i servizi attivati si segnalano:

⇒·Sportello CAF per l’elaborazione del Modello 730,Modello Unico,IMU-Tasi,…….

Assicurazione gratuita per tutti gli iscritti, per gli infortuni in itinere ed attività professionali per il personale in servizio, per la responsabilità civile verso terzi e verso la Pubblica Amministrazione;

⇒ Patronato SIAS  per l’espletamento di pratiche varie inerenti la Pensione, la Buonuscita, DS (ex ISEE ), Disoccupazione, RED, Invalidità, Richiesta Legge 104……………….

  Consulenza legale


Molte Segreterie Provinciali hanno sedi distaccate  funzionanti in altri comuni della Provincia per venire incontro alle esigenze degli iscritti residenti in località particolarmente lontane dai capoluoghi di provincia.

Print Friendly, PDF & Email